pressione e bar macchina caffè

Quanti Bar di Pressione Deve Avere una Macchina Caffè?

Quanti bar di pressione dovrebbe avere una macchina caffè per essere reputata buona?

Un maggior numero di bar corrisponde ad un miglior caffè?

Queste sono due domande che spesso vengono poste durante la fase di scelta di una macchina caffè. Tuttavia la risposta non è così scontata: un numero maggiore di bar infatti, non si traduce assolutamente in una migliore qualità del caffè espresso ottenuto.

Scopriamo perché.

Bar e pressione

Prima di proseguire e comprendere quale sia l’effetto della pressione sul nostro amato espresso, è doveroso definire di cosa si parla quando si utilizza il termine bar.

Il bar, è un’unità di misura della pressione, che corrisponde più o meno alla pressione atmosferica al livello del mare.
Quando diciamo che una macchina caffè ha una pressione di 9 bar, sostanzialmente quello che stiamo dicendo è che la pompa è in grado di spingere l’acqua ad una pressione 9 volte superiore quella dell’aria al livello del mare.

Perché la pressione è importante in una macchina caffè

Il caffè espresso, è tale proprio per via della pressione alla quale viene estratto. È proprio grazie alla pressione infatti che siamo in grado di estrarre dal caffè tutti suoi aromi e le sue proprietà, facendole finire in una tazzina sotto forma di bevanda concentrata, ricca e particolarmente cremosa.

Anche se con altri metodi di estrazione del caffè è infatti possibile ottenere bevande altrettanto forti sotto il punto di vista del sapore, senza la pressione non potremmo mai ottenere lo stesso corpo e la stessa cremosità.

Chiaramente la pressione non è l’unico fattore che va ad influire sul caffè espresso, ma ce ne sono moltissimi altri, fra cui:

  • Qualità del caffè utilizzato
  • Macinatura
  • Quantitativo di caffè usato
  • Pressione utilizzata per la pressatura

Quanti bar dovrebbe avere una macchina caffè?

Quando ci apprestiamo a scegliere la macchina caffè giusta per le nostre esigenze, la pressione e i relativi bar tendono sempre a saltare all’occhio. Tuttavia una maggiore pressione non si traduce necessariamente in un miglior caffè.

Per ottenere un espresso eccellente infatti, la pressione perfetta si attesta sui 9 bar circa, con un intervallo ideale compreso fra i 7 ed gli 11 bar.

Come abbiamo detto prima quindi, un’elevata pressione è quindi necessaria alla corretta estrazione dell’espresso, ma il valore perfetto è spesso lontano da quelli spesso promossi dai produttori di macchine per caffè domestiche.

Il motivo per cui spesso si vedono valori così elevati è in parte per questioni di marketing: nel corso degli anni infatti, i consumatori si sono abituati ad associare un maggior numero di bar con una migliore qualità delle bevande ottenute, una correlazione decisamente non esistente.

Le macchine Nespresso ad esempio, lavorano solitamente ad una pressione di 19 bar, ma questo non le rende necessariamente superiori a tutte le altre. È semplicemente la pressione ideale per quello specifico sistema a capsule e quei modelli di macchina.

Tutto questo senza contare che spesso il valore che vediamo nelle schede prodotto, si riferisce alla massima pressione che una pompa è in grado di erogare, ma che poi non necessariamente andrà ad utilizzare quando viene impiegata nella preparazione.

Molto spesso poi, componenti di pessima qualità installati sulle macchine, fanno sì che la parte della pressione venga poi “persa” nel corso della preparazione, facendoci comunque ritrovare con un valore più basso di quello esplicitato.

Conclusione

In definitiva, pressione della macchina e caffè espresso sono due punti sicuramente collegati fra di loro, ma spesso in modo diverso da quello comunemente creduto.

I bar e la pressione sono infatti molto importanti, ma non dovrebbero essere sicuramente il fattore decisivo nella scelta di una buona macchina caffè.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.