recensione la pavoni europiccola

La Pavoni Europiccola: la nostra recensione

In questa recensione di occuperemo di una macchina molto particolare chiamata La Pavoni Europiccola.

Questo modello di macchina da caffè sfrutta, invece di un normale sistema a pompa, una leva per creare pressione ed estrarre così un espresso davvero eccezionale che ben si presta a bevande a base di latte o anche da bere così com’è.

La prima versione della Europiccola risale al 1950, ed è poi stata perfezionata nel corso degli anni per diventare come la conosciamo oggi.

Un particolarità che la contraddistingue, oltre la leva, è sicuramente la sua resistenza al tempo: se mantenuta con cura può infatti durare per decenni, come dimostrato dalle tante persone che possiedono ancora un modello acquistato negli anni ’70, molto simile a quello venduto oggi.

macchina la pavoni europiccola

Vedi il Prodotto su Amazon

Design e funzionalità

Il design di questa macchina da caffè è molto bello con le varie parti realizzate in acciaio, così da essere particolarmente resistenti anche alla pressione che andrà a crearsi nel bollitore (su di esso è anche presente una valvola di sfogo per una totale sicurezza durante l’utilizzo).

Quest’ultimo si trova nella parte posteriore della macchina, ed è in grado di ospitare circa 0.8L d’acqua, che sono sufficienti a circa 8 espressi, o un pò meno se si sfrutta il vapore per montare il latte e preparare così dei cappuccini.

La lancia per il vapore si trova nella parte sinistra della macchina, mentre la manopola per azionarla è a destra.
Una piccola nota va fatta proprio in merito alla punta della lancia: questa ha infatti 3 buchi per la fuoriuscita del vapore, e riesce a produrre un buon latte montato. Tuttavia se siete particolarmente affezionati al vostro cappuccino sarebbe meglio sostituirla con una punta a buco singolo che permette di ottenere un latte molto più cremoso. Il costo del ricambio è di pochi euro e basta svitare e riavvitare per effettuare la sostituzione.

la lancia a vapore de la pavoni
La lancia a vapore de La pavoni

Oltre alla macchina per caffè nella confezione trovano posto anche il cestello con due diversi portafiltri (per la preparazione di uno o due caffè) ed un pressino.

Prima di passare a vedere come usare questa macchina a leva, è necessario sottolineare che anche se l’utilizzo di questa macchina può non essere così intuitivo le prime volte, la qualità del caffè ottenuto è davvero eccezionale !

Diverse versioni

Esistono in vendita diverse versioni di questa macchina: quella linkata all’interno dell’articolo è il modello standard.

Gli altri si differenziano solamente per alcune rifiniture estetiche e dunque un costo più elevato.

Come si usa La Pavoni Europiccola

Utilizzare questo accessorio potrebbe richiede un pò di pratica: è normale non ottenere un caffè eccellente all’inizio, ma man mano che si usa ci si perfeziona.

Il tempo che si impiega ad imparare come utilizzare La Pavoni Europiccola è praticamente un investimento ad ottenere un caffè davvero eccellente.

Come abbiamo detto anche prima, la caratteristica principale di una macchina di questo tipo è l’assenza di una pompa: l’acqua viene quindi introdotta manualmente nel portafiltro tramite la leva in modo da estrarre così il caffè.

Per utilizzarla bisogna prima di tutto accenderla con il tasto posto lateralmente al di sotto del quale è presente una luce verde che va a spegnersi una volta raggiunta la temperatura giusta.

Nel frattempo prendiamo il nostro cestello portafiltro e lo riempiamo con il caffè possibilmente macinato fresco per un maggiore aroma.
Probabilmente la parte più difficile di tutto il processo è proprio dosare il caffè nella maniera giusta: il filtro dovrebbe infatti contenere all’incirca 15g di caffè a seconda della macinatura che si è utilizzata.
Questo può sembrare difficile e molto specifico all’inizio, ma in fondo è una macchina per appassionati e pian piano ci si fa l’occhio.

Ora possiamo pressare il caffè ed inserire il portafiltro nella macchina avvitandolo in senso orario (un’altra particolarità de La Pavoni Europiccola).

Ora basta sollevare delicatamente la leva verso l’alto fino a farla arrivare a fine corsa. Questo serve a riempire la camera d’estrazione con dell’acqua.
Lasciate infondere l’acqua con il caffè per circa 5-10 secondi prima di cominciare ad abbassare la leva verso il basso.

estrazione del caffè

Questo dovrebbe portare alla fuoriuscita molto lenta del caffè che andrà a depositarsi quindi della nostra tazzina: la leva deve essere abbassata lentamente e a velocità costante, con un movimento che dovrebbe durare circa 25 secondi.

Perfetto, ora abbiamo ottenuto il nostro eccellente caffè !

Altri suggerimenti

Ad alcune persone piace riscaldare il portafiltro facendo scorrere al suo interno dell’acqua bollente. Questo può essere fatto semplicemente avvitandolo alla macchina, sollevando la leva e poi riportarla lentamente in posizione iniziale (quindi verso il basso).

A questo punto potete estrarre il portafiltro e riempirlo di caffè e procedere all’estrazione come descritto sopra.

Se la quantità di caffè non dovesse essere abbastanza potete effettuare la cosìdetta mossa di Fellini: prima di arrivare a fondo corsa si fa tornare la leva in alto per aggiungere un’altra pò d’acqua, per poi procedere a riabbassarla completamente.

Per concludere

In definitiva possiamo affermare come La Pavoni Europiccola sia un’eccezionale macchina da caffè a leva adatta sia ai più esperti che agli appassionati che voglio avere la possibilità di preparare un ottimo caffè a casa.

Certo il costo non è dei più economici, ma è un investimento verso un accessorio che ha la possibilità di durare per anni e anni, senza mai compromettere la qualità del nostro espresso.

Articoli simili

2 Commenti

  1. Le cialde sono tossiche e creano tumori ..causa l’involucro di alluminio e altro materiale sintetico che le compongono …Preferisco il caffè come al bar o la vecchia Moka che nonsbsglia mai 👍👍 buona giornata Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *