caffè di cicoria

Caffè di Cicoria: una Bevanda Ricca di Benefici – Info e Preparazione

Privo di caffeina, disintossicante, antiossidante e perfetto per  chi tende alla glicemia alta. Sono questi i benefici principali del caffè di cicoria, sempre più richiesto al giorno d’oggi. Una bevanda che si ottiene dalle radici della cicoria, essiccate e leggermente tostate, per poi diventare polvere come quella del tradizionale caffè a tutti noto. 

Ideale per chi cerca una valida alternativa al caffè senza caffeina, senza rinunciare ad un gusto gradevole (al contrario di quanto si possa immaginare!).

Vediamo nel dettaglio i benefici del caffè di cicoria e come prepararlo in modo corretto.

Caffè di cicoria: proprietà 

Il caffè di cicoria si preparava già nel 1600, soprattutto nelle case dei contadini che non potevano permettersi l’acquisto del classico caffè. Man mano, l’usanza andò scemando ma, col dopoguerra e una nuova ondata di povertà, il caffè di cicoria tornò ad essere popolare.

Oggi è tornato di moda per via delle sue numerose proprietà  benefiche, identiche a quella della pianta Chicorium intybus (la cicoria, appunto) da cui deriva. La cicoria infatti contiene principi attivi e valori nutrizionali che la rendono un vero toccasana per la salute dell’uomo. È ricca di sali minerali e tantissime fibre, pochi zuccheri e carboidrati, polifenoli e sostanze amare, queste ultime particolarmente benefiche per il fegato. 

Ecco le proprietà principali.

È senza caffeina

Il caffè di cicoria è naturalmente privo di caffeina, proprio perché deriva da un ortaggio. Si rivela quindi una bevanda perfetta per chi ama il caffè ma senza gli effetti collaterali della caffeina. Nel caso di donne in gravidanza però, il caffè di cicoria è sconsigliato al pari di quello normale, perché questa pianta stimola le contrazioni dell’utero.   

Antiossidante

Il caffè di cicoria è ricco di sostanze antiossidanti in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi all’interno del nostro organismo, rallentando quindi l’invecchiamento delle cellule.

Abbassa la glicemia

La presenza di inulina, ovvero una fibra solubile, in questa bevanda permette di ottenere un effetto benefico sugli zuccheri del sangue, mantenendo sotto controllo la glicemia.

Digestivo

Questo effetto benefico si apprezza soprattutto dopo un pasto abbondante. Sorseggiando un caffè di cicoria si favorisce una corretta digestione, in quanto va ad agire direttamente sui grassi ingeriti.

Disintossicante

Come è noto, fegato e reni sono gli organi deputati ad eliminare le tossine dell’organismo. È importante quindi migliorare le loro funzionalità: il caffè di cicoria senza dubbio aiuta nel favorire la disintossicazione.

Diuretico

Il caffè di cicoria stimola la diuresi pertanto fa bene anche alla pressione sanguigna, contribuendo ad abbassarla.

Rafforza il sistema immunitario

I principi attivi della pianta di cicoria favoriscono la regolarità intestinale, migliorando la flora batterica. Quest’ultima inoltre aiuta l’organismo nel combattere gli agenti patogeni, rafforzando quindi il sistema immunitario.

Ci sono controindicazioni?

Il caffè di cicoria non fa male e bere due tazze al giorno non comporta effetti collaterali all’organismo. Anzi, come già sottolineato, lo supportano da più punti di vista.

Tuttavia esistono alcune controindicazioni al suo utilizzo, ad esempio per le donne in gravidanza (a meno che non si tratti di assaggiarne un sorso in maniera saltuaria) perché stimola le contrazioni uterine. Inoltre la bevanda è sconsigliata  a chi soffre di ulcera oppure di gastrite, per via dell’impatto che ha su stomaco e intestino, stimolando le secrezioni gastriche.  Per quanto riguarda il rapporto tra caffè di cicoria e reflusso, è bene sapere che potrebbe accentuare il disturbo.

Come preparare il caffè di cicoria

Il caffè di cicoria è disponibile in commercio in differenti versioni, dalla tradizionale polvere ai grani e alle bustine solubili. Non sempre è facile però reperirlo al supermercato mentre si trova in erboristeria, nei negozi di alimenti naturali e biologici oppure online, in e-commerce specializzati.

La polvere è molto amata perché consente di utilizzare la classica moka casalinga, così da non perdere neppure il piacere del “rituale” legato alla preparazione di questa bevanda.

L’alternativa è rappresentata dal caffè di cicoria in grani: è sufficiente un cucchiaino da far bollire in acqua, per poi filtrare il preparato e lasciarlo raffreddare un po’ prima di sorseggiarlo.

È possibile anche preparare semplicemente un infuso, mettendo a bollire in acqua la radice secca della pianta.

Infine, per chi desidera preparare un buon caffè di cicoria anche fuori casa, ad esempio in ufficio, le bustine solubili sono senz’altro la soluzione migliore. Basta svuotare in tazza il contenuto della bustina per ottenere la bevanda  in maniera istantanea. In questo caso è possibile che risulti più amara del solito, per questo è consigliabile dolcificarla un po’, magari con miele o con un comune dolcificante.

Per chi ama il fai da te è possibile anche optare per il caffè di cicoria fatto in casa. Il periodo migliore per acquistare la cicoria è in autunno.  Dopo aver separato le radici e averle lavate con cura, ecco come si procede:

  • taglia le radici a fettine
  • mettile a essiccare al sole oppure in forno a bassa temperatura per 2-3 ore
  • passa le fettine in padella senza olio, semplicemente per tostarle
  • riduci in polvere mettendo le fettine in un frullatore

Il procedimento è un po’ laborioso ma una volta preparata la polvere si conserva a lungo, in barattoli di vetro ermetici e in un luogo fresco e asciutto. 

Il caffè di cicoria è dunque un toccasana per l’organismo, con proprietà benefiche davvero a tutto tondo, come già evidenziato. Sono in tanti ad apprezzarlo e senza dubbio stupirà tutti coloro che ad oggi scelgono il caffè decaffeinato o il caffè d’orzo (vietato però ai celiaci) come unica bevanda senza caffeina.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *